Pubblicato il Lascia un commento

Fotovoltaico: per le imprese mancano incentivi…

Quali incentivi per il fotovoltaico in Italia?

E’ notizia recente che in Germania il Bundesministerium für Wirtschaft und Energie  intende aumentare la quota di rinnovabili sul consumo energetico lordo, passando dal 45 per cento di oggi all’80 per cento entro il 2030. 

In particolare, il piano punta a un incremento di 200 GW della potenza fotovoltaica installata nei prossimi 10 anni, con una crescita graduale di 20 GW l’anno e – solo per l’anno in corso – di soli 7 GW.

In Italia abbiamo una capacità produttiva che definirla superiore è ridicolo, eppure tardano ad arrivare incentivi seri.

Per l’agroalimentare qualcosa si è fatto, tuttavia con un budget limitato e una finestra temporale di adesione brevissima: solo un mese per fare domanda!

E per gli altri settori?

L’alberghiero ha il bonus al 65%.

Poi c’è un incentivo nazionale al 6%.

Infine l’ammortamento beni strumentali del 9% annuo per 10 anni (vale circa il 30% del costo di acquisto).

Ah, no, dimenticavo: se sei nel Centro-Sud Italia hai Sisma bonus al 45% e non ricordo cos’altro.

Ora, poiché si stanno letteralmente buttando via denari pubblici in bonus che definire inutili è un eufemismo, perché invece non destinare FONDI SERI alle aziende per incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici?

Se si pensa che ad oggi – e nonostante tutto – la Lombardia è comunque la prima regione in Italia per impianti installati e potenza disponibile, prova ad immaginare cosa si può ancora fare.

A questo proposito è molto interessante l’iniziativa di PLENITUDE a favore delle aziende: è possibile ottenere un impianto fotovoltaico A COSTO ZERO per 10 anni con l’Energy Performance Contract (EPC).

Se vuoi più info e senza alcun impegno CONTATTACI.

Il riscaldamento globale sta accorciando gli inverni.

Non è una buona notizia, viste le conseguenze.

Tuttavia possiamo pensare che grazie a quanto sta accadendo al clima, possiamo usufruire di un maggior numero di ore di sole, quindi di una maggior produzione di energia dal fotovoltaico, contribuendo così all’abbattimento dell’uso dei combustibili fossili, anche per il riscaldamento!

Non intendo fare politica, spero però che il nuovo Governo prenda seriamente in considerazione l’idea di mettere incentivi importanti per le rinnovabili.

Non possiamo davvero più farne a meno.