Pubblicato il Lascia un commento

Energia: ma che alternative hai?

La disponibilità di energia a costi accettabili è oggi il più grande mal di testa per consumatori, aziende, governi e player energetici.

La crisi del gas partita con l’assurda guerra provocata dalla Russia in Ucraina ha accelerato un fenomeno con cui, prima o poi, in questa o in un altra generazione, avremmo dovuto fare i conti.

Ci raccontano che dovremmo fare la doccia in due, riscaldarci meno, usare i mezzi pubblici, cuocere la pasta in acqua fredda e tonnellate di altre stupidaggini più o meno sensate (stupidaggini sensate, un bell’ossimoro ma ci rendiamo conto???).

E’ ovvio e banale che, poiché abbiamo necessità di consumare sempre più energia (che ci piaccia o no, è così che funziona la società in cui viviamo) dobbiamo incessantemente cercare alternative che ci permettano contestualmente di:

  • risparmiare sui costi,
  • evitare il più possibile di inquinare l’ambiente,
  • escogitare sistemi che ottimizzino i consumi

Ok, ma nel frattempo? Intendo dire: mentre diamo alla ricerca e alla tecnologia il tempo per sviluppare il terzo punto, per i primi due – per quanto possiamo sforzarci di ridurre i nostri consumi – sono le fonti rinnovabili di energia che già conosciamo il nostro punto di partenza.

In Italia abbiamo un potenziale ENORME!!!

Per la geotermia esistono criteri da soddisfare; per il biometano servono impianti ed investimenti; per l’eolico serve soddisfare alcune condizioni ambientali; per il fotovoltaico BASTA UN TETTO!

Ora, mi sembra evidente che si tratta, per il fotovoltaico dico, della soluzione più semplice, immediata, economica ed efficace che abbiamo attualmente a disposizione.

Leggi questo articolo e, se sei di Brescia, vai a San Polo a vedere. Se anche la Chiesa inizia ad aprirsi a questa opportunità, perché non dovresti farlo tu?

  • Vivi in una casa uni/bi-familiare? Non hai alcun vincolo!
  • Vivi in condominio? Almeno alimenta le parti comuni (ascensore, luci scale, garage e cantine)
  • Considera la possibilità di creare una COMUNITA’ ENERGETICA in modo da sfruttare gli spazi lì dove sono disponibili e produrre energia da condividere
  • Hai un capannone? Invece di usarlo solo come ombrello, rendilo redditizio installando un impianto fotovoltaico che ti permetta di alimentare le tue attività con energia auto-prodotta
  • Sei un imprenditore agricolo? Hai incentivi importanti da utilizzare (ma non dormire sugli allori perché scadono…)

Bene. Spero di averti convinto a fare una riflessione più approfondita, soprattutto pensando alle TUE TASCHE. La soluzione c’è, e si presenta anche in varie opportunità a seconda della realtà in cui si dovrebbe applicare.

Oggi non possiamo più farne a meno!

Compila VELOCEMENTE il modulo dei contatti e vediamo come possiamo soddisfare le tue esigenze di energia.

Ti aspetto!

Massimiliano

Pubblicato il Lascia un commento

Ti presento … FLUID

Per esperienza, saper selezionare il giusto partner quando si creano delle collaborazioni è di notevole importanza.

Tutti cercano qualità, serietà, competenza, professionalità e competitività, ma così è troppo facile!

Con Maradona o Kobe Bryant chiunque era bravo a giocare, giusto?

Tuttavia credo sia molto importante mettere sul tavolo altrettante competenze, ma soprattutto principi e valori. Questi sono alla base di una sana cooperazione, perché le caratteristiche tecniche possono anche essere importanti, ma le persone devono “funzionare” insieme.

Ecco perché ho scelto un partner come FLUID Srl per lo sviluppo del mercato del fotovoltaico nelle aziende: ci sono principi e valori condivisi che ci hanno fatto incontrare e che rendono il lavoro più semplice, anche quando sorgono ostacoli da superare.

Poi si va alla parte operativa, e qui vedi la forza della professionalità:

  • esperienza e competenza vere
  • materiali di assoluta qualità
  • tecnologie all’avanguardia
  • soluzioni personalizzate
  • competitività
  • tempistiche certe
  • servizio “chiavi in mano”
  • partnership di alto livello con:

Inutile dire che il privilegio per ECOMALOGICO di essere Key Account Partner per la Lombardia ci mette in una posizione di grande vantaggio, per offrire a un numero sempre maggiore di aziende prodotti e servizi di eccellenza.

Passare al fotovoltaico è oggi praticamente obbligatorio; scegliere il giusto partner permette di migliorare l’efficienza e l’impatto ambientale della propria azienda senza correre rischi inutili.

Compila il modulo contatti per avere più info e organizzare un sopralluogo gratuito presso la tua azienda in modo da valutare insieme le tue reali esigenze.

Massimiliano

Pubblicato il Lascia un commento

Quanta energia ottengo dai miei pannelli fotovoltaici?

Una delle domande che più frequentemente mi vengono rivolte è proprio questa.

Esistono dei parametri internazionali che permettono di calcolarlo in base alla posizione geografica della città in cui ci sia trova (Latitudine e Longitudine) e quindi in base all’irraggiamento solare ricevuto.

Dal PHOTOVOLTAIC GEOGRAPHICAL INFORMATION SYSTEM accedi alla schermata che vedi nell’immagine: inserendo semplicemente la città in cui ti trovi – o della quale ti interessa conoscere l’irraggiamento solare – otterrai sia questi dati sia quelli relativi al rapporto tra irraggiamento solare e kW fotovoltaici nei 12 mesi dell’anno.

Si tratta di uno strumento molto utile e alla portata di tutti (basta conoscere un po’ d’Inglese) per capire quanta energia possiamo ricavare dal nostro impianto in base a dove si trova e in base al periodo dell’anno.

L’Italia è, per fortuna nostra, un Paese con un ottimo potenziale: questo è uno dei motivi per cui sono convinto che il fotovoltaico è una soluzione da percorrere senza più esitare!

Che ne pensi?

Scrivilo nei commenti…